giovedì 11 gennaio 2018

Non credere alla superficie (Marco Ribani)




Non credere nel qui e ora non credere alla superficie
è grande la bellezza dei fiori il lavoro magnifico
della luce, ma è nell'ombra che crescono i legami
nella oscurità della terra. Là le piante si cercano
si toccano, si annodano, si scambiano la linfa,
si amano, si aiutano, si sposano.
Tutta la loro vita è oltre il visibile
poiché non hanno occhi, e non hanno mani,
pure tremano per una carezza - è dimostrato -