lunedì 13 febbraio 2017

Odo ancora la tua voce (Paul Éluard)

Pietro Ciafferi (1600-54)

Ama ama
E tu ti sentirai divenire come quercia
Sarà tua ombra il bosco
Uccelli e stelle sul capo ti si poseranno
Tu dormirai solo in un altro sonno
Pupille senza sonno veglieranno sulle tue
Tu sarai come pazzo all'idea della gioia
Tu le rame del sole prenderai tra le braccia


(da Egolios)