lunedì 2 marzo 2015

13 marzo 2014


Nella undicesima settimana europea per la consapevolezza sull'endometriosi 2-8 marzo 2015: la poesia scritta in occasione della prima marcia mondiale per endometriosi Endomarch che si è tenuta a Roma il 13 marzo 2014. Ero presente e insieme a me tantissime donne coraggiose impegnate per migliorare la nostra realtà, la nostra qualità di vita, per fare informazione, prevenzione e volontariato.
Siamo legate tutte a doppio filo...

13 marzo 2014

Gialla l’audace celidonia
e l’ape rumorosa che le ronza attorno
giallo il pennello che dipinge il giorno
                   e petali di rose sulla soglia
giallo il fiocco sulla toilette…
                        giallo il canarino
- che illumina la gabbia-
giallo il cartello della contestazione
                            e -a colazione- 
la fetta di limone dentro al tè.
                      Giallo il sole ogni mattino
-anche se di sera non lo possiamo vedere-
gialle le calze della bimba
            che piange silenziosa, lì sul prato,
giallo il cappello dello spaventapasseri 
                              -nel campo-
giallo il grano, la farfalla, il girasole…
e l’automobile che corre loro incontro.
Giallo il tappo di questa bottiglia
                                  gialla -la conchiglia-
e la ginestra che s’affaccia sul crinale 
gialla la lotta  -per il nostro ideale-
           e il fiocco rovesciato della malattia
              (che c’è ma non si vede):
endometriosi 
                    -un fiume giallo per la via-
sorrisi, slogan, canti e determinazione.
Trastevere: una folla di persone
                      e finalmente la tua mano
che stringe la mia...

(Valentina Meloni)


Pubblicata in: Yellow reading, Indossando la poesia, Photocity edizioni 2014