venerdì 25 aprile 2014

Venticinque aprile


Sul limitare dei boschi
ai margini 
di strade secondarie,
nei campi di grano, 
nei campi di sterminio...
papaveri rosso sangue 
scrivevano 
la via della libertà.


(Valentina Meloni)

25/4/2014

Pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633 e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.Poesia protetta dai diritti d'autore.

mercoledì 23 aprile 2014

Invocazione al silenzio

Fotografia Katerina Plotnikova

Invoco il silenzio, 
quello della bocca, 
quello delle mani
-il silenzio-
delle parole frenate,

taciute, mancanti
- assenti-
per legittima difesa
per dono di saggezza
(per dimenticanza) 

per inottemperanza 
al gesto del ciarlare
cieco, senza direzione
e senza senso di vera
-comunicazione-

Invoco il silenzio:
quello degli occhi che 
dicono -a chiare lettere-
senza segni
senza sotterfugi

-senza inganni-
né fraintendimenti.
Il silenzio dei sentimenti...
quel vuoto-pieno
che non si fa parola.

(Valentina Meloni )

Pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633 e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.Poesia protetta dai diritti d'autore.

domenica 13 aprile 2014

Cantico delle anime


"Tu ed io siamo una cosa sola. 
Non posso farti del male senza ferirmi."
(Mohandas Karmchand Gandhi)

Tu ed io siamo una cosa sola.
Non posso farti del male senza ferirmi.
E se tu ed io siamo una sola cosa
non posso stare bene se tu stai male!
Per favore non chiedermi perché
sono triste, non sorprenderti
di un sorriso che non s’accende...
Dietro le labbra tirate ci sono i tuoi veleni
che la mia anima ha succhiato dalla tua
perché la smetta di farti del male,
perché la smetta di farmi male.
Se tu ed io siamo una cosa sola
allora soffrirò del tuo diniego quando
verserai lacrime che io non potrò bere.
E di sale brucerà comunque
la mia lingua, acerba della tua,
perché il gusto della sofferenza
è amaro, ma poi diviene dolce
se lo mischi al mio...
   Tu ed io siamo una cosa sola.
   Non posso farti del male senza ferirmi.
   Non posso farmi del male senza ferirti.



(Valentina Meloni)


11/10/2013


Pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633 e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore. Poesia protetta dai diritti d'autore.


Cantico delle anime


"Cantico delle anime" Roberto Ferri


         
 "Tu ed io siamo una cosa sola. 
Non posso farti del male senza ferirmi."
(Mohandas Karmchand Gandhi)

            Tu ed io siamo una cosa sola.
Non posso farti del male senza ferirmi.
E se tu ed io siamo una sola cosa
non posso stare bene se tu stai male!
Per favore non chiedermi perché
sono triste,  non sorprenderti
di un sorriso che non s’accende...
Dietro le labbra tirate ci sono i tuoi veleni
che la mia anima ha succhiato dalla tua
perché la smetta di farti del male,
perché la smetta di farmi male.
Se tu ed io siamo una cosa sola
allora soffrirò del tuo diniego quando
 verserai lacrime che io non potrò bere.
E di sale brucerà comunque
 la mia lingua, acerba della tua,
 perché il gusto della sofferenza
è amaro, ma poi diviene dolce
se lo mischi al mio...
Tu ed io siamo una cosa sola.
Non posso farti del male senza ferirmi.
Non posso farmi del male senza ferirti.

(Valentina Meloni)
11/10/2013

       
Pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633 e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore. Poesia protetta dai diritti d'autore.

venerdì 11 aprile 2014

Haiku- Mandorlo in fiore-


Agrigento: Etna sullo sfondo

Mandorlo in fiore,
nel cielo azzurro -scrive-
un bianco fiorile.

(Valentina Meloni)

Pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633 e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore. Poesia protetta dai diritti d'autore.