venerdì 21 marzo 2014

Festa della Poesia: Alda nel cuore


La primavera inizia con la Giornata Mondiale della Poesia.
Oggi 21 marzo compleanno della grande poetessa Alda Merini
festeggiamo con l'e-book creato da Matteo Cotugno
dal titolo:"Alda nel cuore 2014"
Anche quest'anno ho partecipato
 con una poesia inedita dal titolo "Metempsicosi"
che potete leggere a pag.101 dell'e-book che vedete qui 
175 poesie per altrettanti autori, 
prefazione di Emanuela Carniti primogenita di Alda
Buona lettura!



(cliccate al centro per ingrandire)

Pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633 e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore. Poesia protetta dai diritti d'autore.

La festa del risveglio

Martin-Johnson-Heade

Primavera di ghirlande 
fiori, foglie e picciol frutti 
nella festa del risveglio
la natura sveglia tutti.
A chiamata su pei rami
si radunano chiassosi
cinciallegre, ciuffolotti,
 occhiocotti, pettirossi. 
Là si danno appuntamento 
senza tanti formalismi
codibugnoli, rigogoli, 
organetti, merli e picchi.
Che superba sinfonia
 di briosi gargarismi… 
Tutti in festa fino a sera 
ad accoglier Primavera!

(Valentina Meloni)

 Jan Brueghel il Giovane "Il paradiso terrestre"

Pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633 e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.Poesia protetta dai diritti d'autore.

martedì 18 marzo 2014

Selvatica




Tessimi nuvole di zucchero
nell'aura rosata del tramonto.
Chiamami
sole, fata bambina, poi
fammi volare, eterea,
 oltre ogni pensiero!
Spargimi sul sentiero buio
dell' incipiente declino
polvere stellata di notti insonni…
Gioia.
Se annusi campi fioriti di violetta
lungo le curve del mio collo arreso.
Un tuo sorriso che dipinge il mio.
Dormi…
Domani faremo festa,
 per ogni incontro d’anime nel bosco
accenderemo un sogno.
Tra le felci il cervo s’immolerà ai nostri sguardi
nella raggera d’angolo di mirti e di ginepri.
Ti aspetterò
nel luogo in cui dilegua il guizzo della lucciola …
Mi ritroverai, selvatica,
nel grembo rubino dell'aria vespertina
 lì, dove la lepre e il cervo si danno la buonanotte…
E mi arrenderò, allora,
sorda ad ogni istinto di salvezza.
Rapita.
Io preda e tu mio salvatore.
 Ascolteremo i richiami rapaci della civetta
sui tronchi scortecciati dal cinghiale.
Le stelle ci diranno di andar via, lontano,
 verso l’Infinito che non conosce nome.

(Valentina Meloni)

Commento autore:

Lionardo soleva dire"Salvatico è quel che si salva". La selvaticità è un moto interiore dell'anima che ci salva dal declino interiore, dall'omologazione, dall'urbanizzazione del pensiero e salva il sentimento puro della naturalezza, spontaneo e disincantato che conduce all'amore.

Pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633 e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.Poesia protetta dai diritti d'autore.

martedì 11 marzo 2014

Haiku-impermanenza-




Volano lievi
petali di ciliegio.
Impermanenza.

(Valentina Meloni)

Pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633 e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore. Poesia protetta dai diritti d'autore.

sabato 8 marzo 2014

Ho scritto una poesia (dedicato alle donne che...)

illustrazione di Leni Kauffman

Ho scritto una poesia 
ma lascerò che oggi 
a parlare non siano le parole,
parleranno silenzi messi lì 
solo per chi li sa ascoltare...
E vorrei che si ricordassero 
tutte le storie
-che oggi son taciute-
e vorrei che si ascoltassero 
tutte le voci ammutolite!
Ho scritto una poesia... 
Non era questa, no 
      ma lascio che sia -Poesia-     
 ogni vita che se n'è volata via,
ogni malinconia assiepata
sulle macerie del dolore,
ogni fremito d'alate memorie
e persino la mia voce -che dice- 
e allo stesso tempo tace...

(Valentina Meloni)




Pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633 e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore. Poesia protetta dai diritti d'autore.

lunedì 3 marzo 2014

Au Marché aux Puces de Montreuil



Fotografia di Alberto Clapis

 Au Marché aux Puces de Montreuil

  Je vois Paris dans les branches des arbres:
les feuilles est proche de la Tour Eiffel,
et la chanson d'un petit carillon,
chante au soleil de notre amour.
Vient d'une petit boîtier gravée,
au cœur de la foule, dans laquelle on ne voit rien,
là, au Marché aux Puces de Montreuil,
chante des la blancheur éclatante de l'hiver...
Chante pour moi, chante pour vous,
le doux chant qui parle d'adieu
et une petite main de l'enfant,
tournant la manivelle, avec grand tourment,
comme écouter une complainte triste,
larmes qui pleurent pour toi et moi,
pleurs le départ de notre inachevée.
Pleurs  le reunion, qui ne se fera pas...
Là, au Marché aux Puces de Montreuil.


Vedo Parigi tra i rami degli alberi:
 vicino alle foglie la Torre Eiffel,
e la canzone di un piccolo carillon,
racconta nel sole del nostro amore.
Giunge da una piccola scatola incisa
nel cuore di folla in cui  nulla si vede,
 lì, al Mercato delle Pulci di Montreuil
canta il biancore del fulgido inverno...
Canta per me, canta per te,
la dolce canzone che parla d'addio
e una piccola mano di bimba
girando la manovella con gran tormento,
come ascoltasse un triste lamento
piange lacrime  per te e per me,
piange l'addio del noi incompiuto.
Piange l'incontro che non avverrà...
Al Mercato delle Pulci di Montreuil.

(Valentina Meloni)

Pubblicata nel n.11 della rivista Euterpe di marzo 2014 dal titolo: 
"Viaggi reali e viaggi fantastici"
scarica la rivista gratuitamente





Pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633 e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore. Poesia protetta dai diritti d'autore.