sabato 16 marzo 2013

Formiche




Quando gli alberi mi parlano
dai rami frondosi
e mute nuvole attraversano i cieli
il mio cuore è lì tra le foglie vive
che suggono il nettare della terra
e dorati raggi fanno prigionieri.
I miei occhi inseguono
quei cerulei spicchi di cielo
senza poter afferrare l'immenso.
Ai miei piedi un piccolo mondo si svela
di brulicante vita
sconvolto dai miei passi incerti;
folle di microscopici esserini neri
che di nulla sembrano curarsi
neppure della mia vita
che ho fermato lì un istante.

(Valentina Meloni)


Pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633 e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.Poesia protetta dai diritti d'autore.