domenica 29 luglio 2012

Stadio larvale



Stadio larvale

Autostrade di silenzi
le ore assonnate
del giorno riarso.
Calura di pensieri confusi,
miraggi di emozioni perdute.
Guerrieri, gli alberi,
armati di frescura.
Sulle foglie un frinire
incessante di maschi adulatori
percorre in kilohertz l'aria sfocata.
Mi esilio in un limbo di pace.
Tutto tace.
Rinascere a se stessi.
Come la cicala dalla terra
attendo una stagione nuova.

(Valentina Meloni)


Pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633 e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.Poesia protetta dai diritti d'autore.